La mia melanzana dolce, per dirvi Buona Pasqua

La mia melanzana dolce, per dirvi Buona Pasqua

Quest’anno vi faccio un augurio di Buona Pasqua un po’ speciale, uscendo un po’ dai canoni dei dolci più conosciuti della tradizione siciliana, ma andando a recuperare un connubio che pure a questa tradizione appartiene: quello tra il cioccolato e la melanzana.

Lo faccio non solo omaggio necessario alla città che mi ha ormai adottato, ma soprattutto alla persona che ci ha insegnato come condurre una vera ricerca sulla sua memoria storica, lasciandoci la responsabilità di una grande eredità: Franco Ruta dell’Antica Dolceria Bonajuto.

Sin da quando sono arrivato a Modica, nel 2003, non ho avuto infatti solo l’onore di conoscere Franco, ma anche la fortuna di stare ad ascoltare a lungo i suoi racconti di dolci antichissimi di cui era grande conoscitore: tra questi c’erano le “liccumie”, la versione povera della più famosa ‘mpanatigghia, dove tra gli ingredienti si sostituiva alla carne la melanzana.

Sin da allora avevo anch’io la piena consapevolezza che gli ortaggi potessero trovare in cucina uno spazio da protagonisti anche nella pasticceria.

E da allora mantengo sempre nel mio menu un piatto dedicato alla melanzana, raccontando di com’è nata e di quel che mi ha insegnato Franco.

Quest’anno l’ho immaginata in un campo primavera, facendo un parfait di melanzana e distillato di achillea, glassato al cioccolato e accompagnato da un biscotto sbriciolato di mandorla, ricotta, basilico, mentuccia, maggiorana e fragole.

Questo in fondo significa anche la Pasqua. piedi ben saldi nella memoria e uno sguardo sempre nuovo sul futuro.

Read more
L’evoluzione del falsomagro
Immaginate l’evoluzione del falsomagro: carne della macelleria Cazzamali e, al ...
Gnocchi di ceci, con ricotta e vongole
Che la mineralità dei ceci mi richiami alla mente e ...
Gelatina di Maiale: la versione di Accursio
Quest’anno crescono nel menu di Accursio Ristorante i piatti che ...

Leave a Reply