L’Orto da mangiare. E il desiderio di coltivare

L’Orto da mangiare. E il desiderio di coltivare

L’amore per la campagna contiene molti amori: quello per la sintonia con la natura, quello per i profumi che annunciano l’evoluzione delle stagioni, quello per ognuno degli ingredienti del cuore che ci regala – l’amaro delle erbe selvatiche, la dolcezza dei frutti -, quello per la fatica di coltivare.
Quest’ultimo, soprattutto, rappresenta la vera misura del nostro più intimo rapporto con la terra. Ed è – quello di coltivare direttamente – un desiderio che sento crescente.

L’Orto è il piatto di quest’estate che dedico a questo desiderio.

Lo porto a tavola, ogni giorno, pensando non solo di dipingere la natura coi suoi stessi colori, ma provando a ricostruirne, sfumatura per sfumatura, l’essenza aromatica.

Così una base di purea di ceci mi aiuta ad evocare le sabbiose stratificazioni del suolo e un sostrato segreto di caprino fresco di razza girgentana a suggerirne la sapida, abbondante e generosa fertilità.
E risalendo in superficie, il sesamo nero, il té nero, le alghe, l’orzo tostato mi sono complici nel ricostruire non solo la texture del terriccio, ma anche la sua evocazione odorosa.
È a questo punto che nel mio orto immaginifico sono pronti a crescere i ravanelli e le carote, i cetrioli, le zucchine e il sedano verde, tutti marinati e poi conditi in agrodolce, prima di essere circondati di una lussureggiante popolazione spontanea di finocchietto selvatico e dragoncello, salicornia e fiori di tipo, pepe e fiori di senape.

Mi diverte l’idea di accompagnarvi a vederlo, come un orto che coltivo da mesi, e di lasciarvi scegliere cosa cominciare ad assaggiare…

Read more
Nella campagna assolata, tra sassolini di ceci
I Sassolini di ceci sono un’evocazione dell’assolata campagna siciliana che ...
La saggezza delle polpette al sugo
Le evocazioni di alcuni piatti della memoria sono potenti non ...
Niente plastica, né codici: il nostro menu diventa eco perché si mangia
Quando bisogna reagire a una necessità di cambiamento, ognuno di ...

Leave a Reply