Per ferragosto, un piatto pieno di luce e calore

Per ferragosto, un piatto pieno di luce e calore
Il piatto simbolo, per me, di questo ferragosto?
Ravioli di pane con mozzarella e melanzana in acqua di pomodoro: una Norma con cui dettiamo nuove regole all’insegna della sottrazione, della semplificazione e allo stesso tempo dell’esaltazione di un gusto più essenziale e autentico.
Ho ripreso, isolato, reinterpretato ogni concetto di questo piatto riportandolo alla radice.
A cominciare dall’impasto, che si riduce ad acqua e farina: una pasta acida di grani duri e teneri insieme, lievitata come il pane per accrescerne la complessità aromatica mantenendo integra la materia. Così nasce l’involucro di questi ravioli di pane, che farcisco di mozzarella di bufala per farli cuocere delicatamente a vapore prima di distenderli su listarelle di melanzane arrostite col basilico, coprirli di ricotta salata e infine tuffarli nell’intensità esplosiva dell’acqua di pomodoro, per un piatto pieno di luce e di calore.
Read more
IN ASSENZA, CON ACCURSIO. Il 10 ottobre con Corrado Assenza
In brigata, con altri, era già successo. Da soli, in ...
Lo scampo senza scampo!
Lo scampo, bisogna dirlo, dà il meglio di sé quando… ...
Nella campagna assolata, tra sassolini di ceci
I Sassolini di ceci sono un’evocazione dell’assolata campagna siciliana che ...

Leave a Reply